Città e Urbanistica

Stadi: possibili investimenti per 4 miliardi

La costruzione o ristrutturazione degli stadi italiani può rappresentare un volano per lo sviluppo economico del Paese con investimenti stimati in 4 miliardi di euro e la generazione di 85.000 posti di lavoro nei prossimi 10 anni, soprattutto se la legge sugli stadi (in discussione in Parlamento da oltre 3 anni) sará raccordata con la nuova normativa sul project financing che ha preso forma con gli ultimi decreti legge che il governo ha realizzato a partire dal dicembre scorso.

L'analisi e prende spunto da una recente ricerca di StageUp sugli stadi del futuro partendo da una situazione che vede gli impianti italiani fra i più vecchi e meno redditizi d'Europa.

Tra i nuovi strumenti sul project financing messi a disposizione dal Governo hanno particolare importanza la permuta, che permetterebbe alle amministrazioni comunali di partecipare a nuovi progetti apportando immobilizzazioni come i vecchi stadi o aree, e i project bond,
obbligazioni legate alla realizzazione dei progetti che spingerebbero gli investimenti privati allargandoli alla cittadinanza e alle comunitá dei tifosi come giá avviene in altri
contesti europei.

«La legge sugli stadi - commenta Giovanni Palazzi, presidente di StageUp - dovrebbe tenere in considerazione le innovazioni effettuate dal Governo sul project financing fornendo ad esempio ulteriori approfondimenti sul possibile riutilizzo dei vecchi stadi e la permuta di terreni e beni immobili da parte delle pubbliche amministrazioni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA