Città e Urbanistica

A Rimini aumentano le denunce


Cresce in provincia di Rimini il fenomeno dell'abuso edilizio. Nel 2011 i Comuni hanno prodotto complessivamente 249 denunce all'Autorità inquirente competente (trasmesse alla Regione Emilia Romagna e alla Provincia di Rimini), tra segnalazioni di irregolarità in materia edilizia e istanze di demolizione di manufatti non autorizzati. Si tratta di 58 denunce in più
rispetto alle 191 del 2010.
Più nel dettaglio, lo scorso anno le segnalazioni nel Comune capoluogo sono state 92 (con un picco nei mesi di aprile e settembre (13) in calo rispetto all'anno precedente quando arrivarono a 96. In salita invece le denunce a Riccione: 40 nel 2011 contro le 18 del 2010. Seguono Bellaria Igea Marina con 31, San Giovanni in Marignano (15), Santarcangelo con (12), Coriano stabile con 9 casi, Saludecio con 7 denunce, Misano Adriatico e Torriana con 6 denunce.
«I dati in crescita possono anche essere spiegati con l'incremento dell'attività ispettiva da parte dei Comuni, più sensibili rispetto al passato nel combattere quella che continua a essere una piaga indubbiamente profonda» ha commentato l'asssessore provinciale all'Urbanistica Vincenzo Mirra. «Numeri che - ha osservato Mirra - paradossalmente dimostrano come la crisi che colpisce l'edilizia regolare non colpisca la tentazione di rifugiarsi nell'abuso piccolo o grande».


© RIPRODUZIONE RISERVATA