Città e Urbanistica

Catania apre i cantieri del Prusst

Gli interventi riguardano residence, alberghi, impianti sportivi e altre strutture per il turismo, oltre a importanti infrastrutture per la vivibilità cittadina

Il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli ha firmato gli atti d'avvio per le convocazioni delle conferenze di servizio delle iniziative promosse da soggetti privati all'interno del Programma di riqualificazione urbana e sviluppo sostenibile del territorio (Prusst). Entro la fine di maggio col
completamento dell'iter si sbloccheranno opere per un totale di 240 milioni. Dopo il vaglio del consiglio comunale si potranno aprire i cantieri, con 500/600 posti di lavoro già nei primi mesi del 2013.
Il sindaco ha autorizzato cinque importanti interventi progettuali di iniziativa privata che costituiscono l'ossatura principale del Prusst in tema di sviluppo turistico ecosostenibile del territorio e che prevedono residence, alberghi, impianti sportivi e altre strutture per il turismo, oltre a importanti infrastrutture per la vivibilità cittadina nelle zone: viale Africa, nuova cittadella S. Maria Goretti in prossimità dell'aeroporto, viale Laino, Oasi del Simeto, viale Kennedy.
«Con queste opere - ha detto Stancanelli - promuoviamo occasioni di sviluppo sostenibile sotto il profilo economico, ambientale e sociale da cui arriveranno alle casse comunali anche circa trenta milioni di euro, frutto del contributo perequativo previsto dalla legge, oltre gli oneri concessori.
Risorse con cui si potranno realizzare i progetti di interesse pubblico in tema di viabilità, opere di riqualificazione, parchi urbani inseriti nel programma Prusst e nel piano triennale delle opere pubbliche.


© RIPRODUZIONE RISERVATA