Città e Urbanistica

Permessi di costruire, Istat: ancora forte calo (-12,2% nel residenziale) nel secondo semestre 2014

A.A.

Calo del 13,6% il dato della superficie utile abitabile - Nell'ultimo trimestre il calo tendenziale (nelle case) si attenua a -5,1%

Nel secondo semestre del 2014 i permessi di costruire rilasciati per interventi di edilizia residenziale sono scesi del 12,2% rispetto allo stesso periodo del 2013, e del 10,8% nel non residenziale.

Lo fa sapere l'Istat, che spiega: nella rilevazione periodica sui permessi di costruire, nel secondo semestre del 2014 l'edilizia residenziale presenta una contrazione rispetto allo stesso periodo del 2013 (-12,2% le abitazioni e -13,6% la superficie utile abitabile). Anche l'edilizia non residenziale registra una diminuzione rispetto al secondo semestre del 2013 (-10,8%).

Il numero di abitazioni (prevista nei permessi di costruire) dei nuovi fabbricati residenziali risulta in forte calo nel terzo trimestre 2014, con una variazione tendenziale del -18,8%. Tale contrazione si attenua nel quarto trimestre attestandosi a -5,1%. Analoghe considerazioni valgono per la superficie utile, che registra una flessione del 19,5% nel terzo trimestre 2014 e del 7,3% nel quarto.

Nel terzo trimestre del 2014, l'edilizia non residenziale presenta una superficie in forte calo rispetto allo stesso periodo del 2013 (-22,9%). Nel quarto trimestre 2014 si registra, invece, un'inversione di tendenza con un aumento della superficie non residenziale pari al 3,4% rispetto allo stesso periodo del 2013.

La rilevazione sui permessi di costruire è condotta dall'Istat con copertura censuaria, raccogliendo mensilmente le informazioni sui progetti di fabbricati nuovi, residenziali e non residenziali, o di ampliamento di fabbricati preesistenti, per i quali sia stato ritirato regolare "Permesso di costruire" presso gli uffici comunali di competenza. I risultati della rilevazione (di seguito rilevazione strutturale) vengono diffusi a frequenza annuale su un ampio insieme di variabili raccolte mediante questionario. Per maggiori informazioni si può consultare il sito dell'Istat all'indirizzo: http://www.istat.it/it/archivio/13020
Il Regolamento Ue sulle statistiche congiunturali (n. 1165/98), prevede la produzione e la trasmissione a Eurostat a cadenza trimestrale dei principali indicatori dei permessi di costruire, considerando che essi costituiscano una buona approssimazione dei futuri lavori del settore delle costruzioni, e ne anticipino quindi l'andamento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA