Città e Urbanistica

Inchiesta stadio Roma, l'accusa della Procura: mazzette in cambio di favori su riqualificazione ex mercati generali

Q.E.T.

Nel mirino i rapporti tra il presidente dell'assemblea capitolina Marcello De Vito e i costruttori Toti e Statuto

Mazzette in cambio di favori per progetti legati alla riqualificazione degli ex Mercati Generali, e dell'area della vecchia stazione di Trastevere. È l'accusa che la Procura di Roma muove al presidente dell'assemblea capitolina Marcello De Vito, del suo braccio destro Camillo Mezzacapo e ai costruttori Toti e Statuto.

Secondo l'impianto accusatorio De Vito «abusando della qualità e dei poteri di presidente del consiglio comunale di Roma Capitale ha indotto - è scritto nel capo di imputazione - Pierluigi Toti e Claudio Toti, interessati al procedimento amministrativo pendente presso il Comune di Roma e relativo all'approvazione il progetto di riqualificazione degli ex Mercati Generali (procedimento che si trovava in una fase di stallo e motivo di grande preoccupazione per i Toti) a conferire un incarico professionale allo studio legale di Camillo
Mezzacapo facendo intendere che solo in tal modo si sarebbe potuto sbloccare il procedimento amministrativo».

Un «incarico che veniva remunerato con un importo di oltre 110 mila euro trasferiti" allo studio legale di Mezzacapo e da quest'ultimo girati «per l'importo complessivo di 48 mila euro su un conto intestato ad una società riconducibile a Mezzacapo e De Vito». Per quanto riguarda Statuto ha «erogato in favore di De Vito e Mezzacapo» oltre 24 mila euro, cifra corrisposta sottoforma di incarico professionale conferito «allo studio legale di Mezzacapo e da quest'ultimo trasferito per l'importo complessivo di 16 mila euro su un conto di una società riconducibile a Mezzacapo e De Vito» in cambio di un intervento «nell'iter amministrativo per il rilascio del permesso di costruire, con cambio di destinazione d'uso e di ampliamento, di un edificio in viale Trastevere dell'ex area della stazione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA