Città e Urbanistica

Bolzano, via libera del Comune per il progetto di trasformazione dell'area Fs dal valore di 1,2 miliardi

Radiocor Plus

Il piano prevede nella parte infrastrutturale-trasportistica (valore 200 milioni) lo spostamento del tracciato ferroviario dal centro abitato

Via libera del Consiglio comunale di Bolzano al progetto per l'Areale Fs: i sì sono stati 29, due i no e cinque gli astenuti. Ora il sindaco Renzo Caramaschi potrà ratificare l'accordo di programma entro il termine del 2 agosto già fissato durante le trattative. Il cronoprogramma prevede a settembre l'indagine di mercato per verificare l'interesse di potenziali investitori: una questione da valutare, perché è di 250 milioni la somma da anticipare per opere pubbliche all'interno del progetto da 1,2 miliardi. Il piano prevede nella parte infrastrutturale-trasportistica - valore stimato di 200 milioni – lo spostamento del tracciato ferroviario dal centro abitato di Bolzano.

Sulle aree liberate dai binari, circa 47 ettari, nascerà un nuovo quartiere cittadino: 1,2 milioni di metri cubi fra edifici residenziali, direzionali, commerciali e strutture pubbliche (una "torre" da 20 piani in cui dovrebbe traslocare la Questura, una stazione delle autocorriere, un centro per la mobilità intermodale, un centro culturale, una piscina coperta, aree verdi e spazi pubblici) per una spesa di 500 milioni. A questi si aggiungeranno altri 300 milioni per bonifiche, interventi pubblici ed espropri. E in merito proprio agli espropri, sono 11 i ricorsi presentati da altrettanti proprietari interessati dal provvedimento. Fra i ricorrenti uno contesta «l'interesse pubblico e la funzione di pubblica utilità» alla base degli espropri, mentre un altro chiede «la quantificazione dell'indennizzo» per l'esproprio. Alle istanze il Comune ha risposto che occorrerà aspettare di individuare il privato sviluppatore del progetto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA