Città e Urbanistica

Periferie/1, due convegni a Roma e Milano in attesa della relazione della Commissione

A.A.

Oggi a Milano nell'ambito di UrbanPromo, domani alla Camera con il presidente Causin - In entrambi il Ministro De Vincenti

Un prmo bilancio del Piano Periferie 2016 da 2,1 miliardi, la rassegna dei progetti in corso da parte dei Comuni, le esperienze delle associazioni che dal basso tentano di "attivare" le parti più degradate delle città.
Si parla molto di recupero delle periferie in questo finale di legislatura, soprattutto alla ricerca di proposte e idee che facciano breccia nelle priorità politiche dell'attuale e dei futuri governi, per costruire politiche per le periferie più stabili e coordinate di un semplice bando una tantum, per quanto ricco (come non mai) di risorse statali (2,1 miliardi di euro, si veda il servizio e gli ultimi aggiornamenti).

Se ne parla oggi a Milano, alla Triennale, nell'ambito di UrbanPromo (si veda il programma). Nel Convegno si fa un punto sullo stato di attuazione dei programmi finanziati con il Bando Periferie e si discutono gli aspetti principali di un piano a lungo termine per il rinnovo urbano. Presnti, oltre a Stefano Stanghellini presidente Urbit e Silvia Viviani presidente Inu, funzionari e assessori di molti Comuni, il vice-presidente della Commissione periferie Roberto Morassut (Pd) e il ministro della Coesione Claudio De Vincenti.

Il Ministro sarà anche domani a Roma, nel convegno alla Camera dei deputati (il programma), organizzato dal Coordinamento Periferie, associazione romana che punta a creare una rete nazionale tra le associazioni e i gruppi che nelle periferie tentano di attivare servizi e progetti di riscatto e inclusione sociale "dal basso". Presenti il capo della Polizia Franco Gabrielli, moltissimi rappresentanti di associazioni, assessori comunali, il presidente dell'Ance Gabriele Buia, il coordinatore aree metropolitane di Confindustria Ambrogio Prezioso, il presidente della Commissione speciale periferie Andrea Causin, il segretario nazionale Anci Veronica Nicotra.

Nel frattempo si attende la relazione conclusiva della Commissione speciale , in leggero ritardo per cui la Camera sta approvando in questi giorni una proroga di alcuni mesi rispetto alla scadenza prevista per la commissione, il 25 novembre. Ci sarà anche in questo caso un convegno, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, e un docu-film in collaborazione con la Rai.


© RIPRODUZIONE RISERVATA