Città e Urbanistica

Il ponte di Calatrava a un passo dal traguardo a Cosenza: domenica si monta la «maxi-antenna» alta 104 metri

Mauro Salerno

A oltre 15 anni dalla progettazione il ponte disegnato da Santiago Calatrava per unire due quartieri divisi dal fiume Crati a Cosenza è a un passo dal diventare realtà. Questa domenica (23 luglio) sono infatti prrammati i lavori di posa dell'«antenna», un pilone d'acciaio alto 104 metri dal peso di oltre 800 tonnellate, destinata a sostenere l'impalcato metallico lungo circa 140 metri.

A gestire i lavori sarà l'impresa friulana Cimolai, specializzata in costruzioni metalliche che ha già collaborato con l'archistar catalana a Reggio Emilia e ad Atene per lo stadio protagonista dei giochi olimpici del 2004.

Una volta realizzato il collegamento firmato da Calatrava a Cosenza, sarà il ponte «strallato» (cioè con impalcato sostenuto da cavi denominati «stralli» ancorati a piloni) più alto d'Europa.

Le operazioni di montaggio dell'antennza cominceranno al mattino. Nell'area di cantiere, oltre alla maxi-antenna, sono già state posizionate, sulla spalla ovest del ponte, due torri provvisorie di circa 50 metri di altezza, sulla cui sommità sono posizionate sei macchine di sollevamento denominate strand-jack. Tecnicamente, il sollevamento avverrà in sette fasi ed il momento «clou» è previsto nel trado pomeriggio.

Dopo il montaggio dell'antenna le operazioni di cantiere continueranno fino a setttembre, quando è prevista l'inaugurazione dell'opera. Il ponte, costato in tutto circa 20 milioni, unisce al centro di Cosenza un'area della città finora vissuta nel degrado e rientra in un ampio piano di riqualificazione urbana su cui si è impegnato il sindaco (architetto) Mario Occhiuto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA