Casa Fisco Immobiliare

Recupero, per Scenari-Paspartu la casa da ristrutturare regala un plusvalore fino al 20,6%

Massimo Frontera

La stima è contenuta nel Primo rapporto sul recupero edilizio in Italia, presentato da Scenari Immobiliari e realizzato con Paspartu Italy

I bonus per le ristrutturazioni e per le riqualificazioni energetiche non hanno solo sostenuto l'economia delle piccole e medie imprese di costruzione. Ma hanno anche svolto - e continuano a svolgere - un importante spinta agli investimenti immobiliari. A dirlo è il primo Rapporto sul recupero edilizio in Italia, presentato ieri a Milano da Scenari Immobiliari e realizzato in collaborazione con Paspartu Italy. «Il recupero del patrimonio residenziale è il futuro dell'edilizia italiana e del mercato immobiliare», ha affermato il presidente di Scenari Immobiliari, Mario Breglia, aprendo il convegno di presentazione del rapporto.

Complessivamente, ricorda lo studio, le domande presentate nel 2016 per lo sfruttamento delle agevolazioni per la ristrutturazione edilizia si attestano a circa 1,4 milioni, mentre quelle per la riqualificazione energetica risultano essere oltre 300mila. A scegliere la soluzione della ristrutturazione edilizia sono soprattutto gli under35, per oltre il 30% del totale d'interventi, mentre l'età media sale in maniera inversamente proporzionale al numero di ristrutturazioni richieste. Tra i principali capoluoghi in Italia, Napoli è la città con il maggior numero d'immobili in vendita che necessitano interventi di ristrutturazione, seguita da Roma, Milano e Torino.

Business potenziale di 50 miliardi
Lo studio valuta anche in 50 miliardi di euro il business potenziale del mercato delle ristrutturazioni di abitazioni. A questa cifra si arriva stimando la platea di immobili che possono essere oggetto di ristrutturazione. «Si contano 123 milioni di mq di abitazioni vuote inadatte da ristrutturare (circa il 5% dei 2.450 mln mq dello stock residenziale totale) - afferma lo studio - . Ciò significa che nell'immediato potrebbe sbloccarsi un mercato potenziale di oltre 1 milione di case». «Già oggi - prosegue l'analisi di Scenari e Paspartu - il 19% delle compravendite (con punte del 25% a Napoli) riguarda case da ristrutturare. Il numero aumenta esponenzialmente se si considerano anche le unità immobiliari abitate dello stock che avrebbero ugualmente bisogno di manutenzione straordinaria, per un investimento stimato in 50mld di euro».

Ma le valutazioni più interessanti sono quelle che riguardano l'incremento di valore immobiliare delle abitazioni in alcune principali città, una volta eseguito l'intervento di ristrutturazione o riqualificazione energetica, con dei valori medi che si spostano tra 11,7% (Genova) e 20,6% (Roma). Si tratta, più esattamente di un plusvalore, dal quale è già stato sottratto il costo dell'intervento di ristrutturazione.


Nella tabella qui sotto, viene indicato, per ogni città presa in esame, il plusvalore finale, calcolato a partire dal costo medio dell'appartamento da ristrutturare e ristrutturato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA