Casa Fisco Immobiliare

Sismabonus, Delrio: incentivi alla messa in sicurezza «leggera»

Massimo Frontera

Il ministro delle Infrastrutture in Commissione Ambiente della Camera: entro l'anno le linee guida sulla classificazione sismica

Il governo conferma l'impegno su ecobonus allargato a condomìni e sismabonus potenziato e stabilizzato sul lungo termine. «Un segnale importante - ha anticipato a questo proposito il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio - ci sarà con la legge di stabilità». Delrio ha parlato a lungo ieri alla commissione Ambiente della Camera. E sono arrivate precisazioni e conferme importanti sul fronte degli incentivi fiscali. Entro l'anno, ha assicurato Delrio, arriveranno le linee guida sulla classificazione degli edifici, un documento strategico per definire gli interventi edilizi, associando a ciascun tipo un incentivo differenziato, che «potrebbe anche superare il 65%». L'applicazione temporale sarà lunga: «questi interventi richiedono tempo per essere pianificati, non si può andare avanti con le proroghe». Di più: «l'incentivo per funzionare deve avere una durata pluriennale: impossibile prorogare anno per anno: rischiamo l'inutilità della misura. È impossibile affrontarlo con una decisione rapida».

Il sismabonus «va esteso anche alle seconde case», ha detto inoltre Delrio che ha allo studio misure anche per facilitare l'applicazione anche condomìni, in combinazione con l'ecobonus. In tema di sismabonus Delrio ha insistito sul fatto che «è giusto garantire che non vi siano i crolli, per esempio con misure leggere di intervento», ha detto citando il caso di Norcia, dove anche con interventi non invasivi è stato possibile superare indenni il sisma. «Bisogna evitare a la tragedia dell'accasciamento degli edifici», ha sottolineato, anche se - ha aggiunto, «prima vanno messe in evidenza le maggiori criticità, e alcuni edifici vanno messi in sicurezza totale, ma poi bisogna avere miglioramenti sostanziali che impediscano di piangere vittime».

Si sta valutando la possibilità di uno sgravio anche per la sola diagnosi e classificazione dell'edificio. Senza alcun obbligo: «Non ci saranno oneri aggiuntivi per i cittadini», ha detto Delrio mettendo la pietra tombale all'ipotesi di resuscitare il fascicolo del fabbricato. Delrio ha annunciato misure di semplificazione, per rendere concretamente (e volontariamente) fruibile il sismabonus, e meccanismi finanziari in cui coinvolgere banche o istituti a controllo pubblico (è stato citato l'Inail). Incentivi allo studio anche per la sicurezza del patrimonio pubblico, con risorse statali. Ma questo sarà oggetto di un piano a parte.Novità sul regolamento edilizio unico, che langue da mesi: «Il 21 settembre - annuncia Delrio - potrebbe avere il via libera tecnico da parte delle Regioni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA