Casa Fisco Immobiliare

Venezia, housing temporaneo a Santa Marta per ospitare 650 studenti di Ca' Foscari

Q.E.T.

Cassa Depositi e Prestiti, Inps e Fabrica Sgr (insieme all'Università) promotori dell'iniziativa da 35 milioni

Università Ca' Foscari Venezia, gruppo Cassa Depositi e Prestiti, INPS e Fabrica SGR insieme per favorire la mobilità universitaria. È stato presentato lunedì 16 maggio il progetto di housing temporaneo per studenti che sorgerà a Venezia in area Santa Marta, destinato ad ospitare circa 650 studenti di Ca' Foscari e realizzato dal fondo immobiliare Erasmo, gestito da Fabrica Sgr. Un investimento di circa 35 milioni reso possibile grazie all'intervento di CDP Investimenti SGR (fondo FIA) e del Fondo Aristotele (interamente sottoscritto da INPS) quotisti rispettivamente al 60% ed al 40% del Fondo Erasmo.

L'intervento è finanziato con un contributo del MIUR di circa 4,5 milioni di euro a valere sulle risorse per le residenze universitar ie di cui alla legge 338/2000.
Ospiterà 650 studenti, all'interno di una struttura completamente nuova e dotata di ogni comfort, con tariffe a partire da 230 euro mensili, offrendo agli studenti l'opportunità di vivere l'esperienza universitaria in modo completo; riqualificherà un'area di Venezia trasformandola in una cittadella universitaria dotata di servizi e spazi verdi in prossimità di aule e biblioteche.
Il progetto di social housing della residenza studentesca di Ca' Foscari a Santa Marta è giunto alla fase "due" che prevede l'inizio dei lavori di costruzione, dopo il completamento delle procedure pubbliche per l'affidamento della concessione.
La struttura verrà realizzata ristrutturando gli edifici che ospitavano le attività didattiche e di ricerca dell'area scientifica di Ca' Foscari che da settembre 2014 si svolgono presso il Campus Scientifico di via Torino a Mestre.

Il progetto rappresenta un contributo storico alla residenzialità studentesca a Venezia destinato a raddoppiare l'attuale offerta presente in città; un' iniziativa per il diritto allo studio e l'housing sociale che per la prevalenza dei posti letto disponibili applicherà le tariffe fissate dall'Ente per il Diritto allo Studio Universitario di Venezia (a partire da 230 euro mensili a posto letto) e canoni calmierati in linea con gli importi stabiliti dal Contratto Abitativo Concertato del Comune di Venezia (a partire da 330 euro mensili a posto letto).

Il Fondo Erasmo ha già individuato il futuro gestore della struttura, la Fondazione Pier Giorgio Falciola - specialista nell'offerta di soluzioni abitative per studenti universitari e per l'Housing sociale, che si è impegnata a sostenere l'Ateneo in questa iniziativa attraverso il finanziamento di borse di studio che saranno erogate dall'Università a studenti meritevoli.

La struttura sorgerà su un'area di proprietà dell'Ateneo, concessa nelle scorse settimane al Fondo in diritto di superficie per 75 anni. Allo scadere di tale termine, l'Università riacquisirà la piena proprietà dell'area senza corrispondere alcun onere. La gestione del Fondo è svolta da Fabrica Immobiliare SGR, specializzata in fondi immobiliari con all'attivo significative esperienze in investimenti real estate socialmente responsabili.

Il contratto con il Fondo prevede l'impegno della SGR a terminare i lavori di costruzione in circa 23 mesi per l'area denominata "Parallelepipedo" ed e in circa 29 per la rimanente parte dell'area, a decorrere dall'approvazione del progetto esecutivo rispettivamente da parte del MIUR e dell'Università. Entro l'anno verrà selezionata dal Fondo l'impresa appaltatrice cui affidare la realizzazione delle opere.

Michele Bugliesi, rettore Università Ca' Foscari Venezia: «La residenzialità studentesca è oggigiorno una leva fondamentale per lo sviluppo della formazione – afferma il rettore –. L'università deve non solo offrire ai suoi studenti una didattica eccellente ma anche la loro attitudine a vivere l'Università oltre il momento della frequenza alle lezioni e dello studio. Santa Marta è un'area attorno alla quale gravitano diverse sedi universitarie e con la realizzazione della residenza potremo ospitare in una solo volta sola oltre 650 ragazzi, migliorare la qualità di vita dei nostri studenti fuori sede e attrarne in misura maggiore, favorendo la crescita in città di una popolazione studentesca sempre più ampia e variegata.
È un progetto che contribuirà a riqualificare un'area del centro storico dal punto d i vista urbanistico ed economico, così come stiamo facendo a San Giobbe presso il Campus Economico dove costruiremo una residenza per ulteriori 200 posti letto. E' un risultato importante e un impegno concreto dell'Università a favore degli studenti e della città».

Marco Sangiorgio, direttore generale di CDP Investimenti SGR, commenta: «È da oltre 5 anni che lavoriamo con l'obiettivo di mettere a disposizione degli studenti fuori sede posti letto in residenze temporanee. Oggi siamo presenti a Milano, Torino, Bologna, Genova e Padova. Una volta di più, con questa nuova iniziativa a Venezia, siamo convinti che fornire ai giovani dignitose condizioni di vita nella fase di studio sia il miglior investimento a impatto sociale che possiamo realizzare, che risponde a bisogni emergenti di una collettività sempre più in movimento e stimola fenomeni di inclusione e aggregazione sociale, spec ialmente se aperto a stranieri».

Giovanni Maria Benucci, amministratore delegato di Fabrica SGR, sottolinea: «Forte di un'esperienza distintiva nella realizzazione di studentati di qualità su tutto il territorio nazionale, la nostra SGR mette a disposizione di investitori istituzionali e stakeholder locali uno strumento efficiente e trasparente per co-investire insieme al FIA nella realizzazione di nuove residenze a canoni calmierati, con l'obiettivo di contribuire a colmare il gap che separa l'Italia dal resto dell'Europa in termini di offerta strutturata di alloggi per studenti universitari».


© RIPRODUZIONE RISERVATA