Bollettino Bandi

A Reggio Calabria il gruppo guidato da Steam si aggiudica (con il 48% di sconto) il maxi-progetto dell'ospedale Morelli

Massimo Frontera

I lavori (finanziati dall'Inail) costeranno 180 milioni. Nella cordata vincitrice anche Pinearq Slp e Studio Valle Progettazioni

Il raggruppamento guidato dall'engineering Steam di Padova - insieme allo studio di Barcellona Pinearq, Studio Valle Progettazioni di Roma e i professionisti Alessandro Taverriti, Ambrogio Aquilino e Gianfranco Moro - si è aggiudicato il maxi-servizio di progettazione per l'ampliamento dell'ospedale Morelli di Reggio Calabria. L'aggiudicazione è stata comunicata ieri ai concorrenti, dopo aver accertato la congruità dell'offerta economica, inizialmente considerata anomala. Il servizio - mandato in gara dalla regione Calabria con una base d'asta di quasi 7,2 milioni di euro - è stato assegnato al raggruppamento vincitore con uno sconto del 48 per cento. Va anche detto che, stando alla graduatoria finale, si ricava che l'aggiudicazione a Steam si deve, più che all'offerta economica, all'elevato punteggio che la commissione ha assegnato all'offerta tecnica. Il decreto di aggiudicazione riferisce che l'anomalia è stata riscontrata anche nelle offerte economiche di altri tre raggruppamenti concorrenti (i team guidati da RPA, da Valle 3.0 e da Proger). Dalla graduatoria finale si ricava che sul punteggio finale di 95,288 assegnato alla cordata Steam- Studio Valle Progettazioni-Pinearq pesano soprattutto i 70 punti che la commissione ha assegnato all'offerta tecnica, rispetto invece ai 20,288 punti assegnati all'offerta economica. Sia RPA, che Valle 3.0 che Proger hanno avuto punteggi economici superiori a qualli di Steam (rispettivamente 25 punti, 24,669 punti e 20,371), abbinati a un punteggio tecnico sempre inferiore a Steam (57,627 per RPA, 56,709 per Valle 3.0 e, infine, 60,281 per Proger). In gara anche una quinta cordata - guidata da Politecnica - la cui offerta economica (che ha ottenuto 17,960 punti) non è stata ritenuta anomala e che ha ottenuto una valutazione tecnica di 55,823 punti. «Dalla valutazione dell'offerta (della cordata guidata da Steam, ndr) nella sua globalità - si legge decreto di aggiudicazione - tenendo conto di tutti gli elementi di cui essa è costituita, compreso l'offerta tecnica, valutata in sede di gara, nonché degli ulteriori elementi emersi dalle motivazioni addotte a giustificazione, si ritiene che l'offerta presentata dal Rti Steam srl (mandataria) – Pinearq SLP - Ing. Taverriti Alessandro - Studio Valle Progettazioni Srl - Dr. Aquilino Ambrogio - Dr. Gianfranco Moro (mandanti) sia da considerare attendibile e tale da garantire una prestazione qualificata, in quanto offre sufficienti garanzie per soddisfare le esigenze richieste all'Amministrazione».

IL DECRETO DI AGGIUDICAZIONE E I PUNTEGGI DEI CONCORRENTI

La riorganizzazione degli ospedali di Reggio Calabria
Il costo per realizzare l'intervento è stato stimato in 180 milioni di euro, che arriveranno dall'Inail, a titolo di investimento immobiliare. L'intervento di edilizia sanitaria è infatti rientrato nel bando dell'Inail per il finanziamento di opere di «elevata utilità sociale». L'intervento si inquadra nella riorganizzazione che vede coinvolte le due strutture ospedaliere del capoluogo calabrese: gli Ospedali Riuniti e l'ospedale Morelli.
La prima struttura (Ospedali Riuniti), ormai vecchia e inadeguata (realizzata a partire dagli anni '20) , è destinata a essere dismessa, con il conseguente trasferimento delle funzioni nel nuovo ospedale Morelli, la cui costruzione è stata avviata nel 2000 ed è tuttora in fase di realizzazione. Ad oggi infatti, risultano realizzati solo tre edifici dei cinque previsti. Al termine di questa fase di costruzione, l'ospedale disporrà di 270 posti letto per oltre 26mila mq di superficie utile.

L'ampliamento dell'ospedale Morelli
Il progetto di ampliamento che è stato appena aggiudicato alla cordata Steam-Pinearq-Studio Valle Progettazioni, rappresenta un ulteriore salto di scala. Nei lotti di terreno adiacenti all'attuale ospedale Morelli, è infatti prevista la realizzazione di ulteriori cinque edifici e di due "bunker" per la radiologia, per un totale di 540 posti letto aggiuntivi distribuiti su una slp di quasi 69mila mq. Il progetto di ampliamento prevede, tra le altre cose, 12 nuove sale operatorie, un laboratorio e vari poli specialistici, oltre a uffici, mensa, cucina, foresteria e parcheggi. L'appalto di lavori sarà mandato in gara dall'Inail, sulla base del progetto esecutivo appena affidato alla cordata di progettisti.

IL DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE


© RIPRODUZIONE RISERVATA