Bollettino Bandi

Salerno, Passarelli completa per 13,5 milioni la cittadella giudiziaria di Chipperfield

Alessandro Lerbini

Severn Trend Italia vince il depuratore di Staranzano (Gorizia) per un importo di 14 milioni

Passarelli riapre il cantiere per completare la cittadella giudiziaria di Salerno. L'impresa di Napoli, in associazione con Costruzioni Barozzi, ha firmato il contratto dopo le verifiche con l'Anac. La gara del Comune da 19,8 milioni è stata assegnata a un prezzo di 13,5 milioni (11 le imprese che hanno partecipato).
L'opera, progettata da David Chipperfield, ha subito negli anni diversi stop, prima per ritrovamenti archeologici e dopo per il fallimento della ditta esecutrice. Nel 2010 gli interventi sono stati affidati alla Soledil che ha consegnato le prime tre palazzine nel 2014. Ora Passarelli completerà i restanti lavori grazie al finanziamento di 27 milioni stanziato dal Cipe nell'ambito di un emendamento nella votazione sulla Legge di Stabilità 2014, con il quale si assegnarono 30 milioni per l'edilizia giudiziaria con particolare riguardo al completamento delle opere già cantierate.

Il progetto di Chipperfield, esposto alla Biennale di Venezia, reagisce alla tipologia standard dei palazzi di giustizia, tradizionalmente concepiti come strutture imponenti con facciate colonnate, proponendo invece un "continuum" di palazzine articolate in otto moduli, immerse nel verde, con ampie vetrate, che accentuano l'aspetto verticale, in contrasto con l'orizzontalità del basamento da cui i blocchi emergono. Particolare attenzione è stata posta ai materiali di rivestimento.

Tecnicamente la struttura si presenta come una serie di parallelepipedi connessi fra loro tramite un porticato. Nello specifico il progetto prevede un edificio centrale su cinque livelli fuori terra che fa da fulcro della struttura su cui svettano due torri, una di dieci livelli, l'altra di tredici livelli. La prima torre a nord, è a sua volta intersecata da una dependance di quattro livelli chiusa posteriormente da un porticato ed aperta sul fianco nord alla nuova Piazza Dalmazia ed al Faro della Giustizia. A sud svetta la seconda torre, la più alta, la cui imponenza è interrotta da 2 edifici: il primo di quattro livelli separato dalla torre da un porticato; il secondo edificio di 6 livelli che chiude il complesso a sud e si affaccia sull'area polifunzionale di via Vinciprova. Gli edifici hanno colori diversi: il rosso, l'ocra, il verde.

Tra le altre aggiudicazioni della settimana, Irisacqua di Gorizia ha assegnato alla Severn Trend Italia (in Ati con Polese e Sideridraulic system) la progettazione esecutiva e l'esecuzione di tutte le opere di razionalizzazione del sistema fognario del «Cato Orientale Goriziano», 1° lotto, con l'adeguamento e il potenziamento dell'impianto di depurazione di Staranzano. Il bando da 16,2 milioni è stato assegnato per 14 milioni.

Le principali aggiudicazioni della settimana


© RIPRODUZIONE RISERVATA