Bollettino Bandi

Bologna, Pessina costruzioni getta le fondamenta della Nuova casa della salute

Al. Le.

Lavori in corso nel cantiere da 10 milioni vinto dall'impresa milanese lo scorso giugno

Cantiere in corso alla Nuova casa della Salute Navile di Bologna. A realizzare l'opera è la Pessina Costruzioni, società milanese guidata da Massimo Pessina, che s'è aggiudicata l'appalto dell'Asl di Bologna per la progettazione esecutiva, la costruzione e la gestione dell'opera per quasi 10 milioni di euro. La realizzazione della Nuova casa della Salute Navile è prevista nell'area dell'ex mercato ortofrutticolo di via Fioravanti e consentirà l'accorpamento degli attuali poliambulatori della zona, che risultano inadeguati e dispendiosi.

L'opera verrà realizzata in project financing e sarà gestita dalla Pessina Gestioni per 10 anni, assicurando per questo periodo i servizi di gestione legati all'energia e a tutti gli impianti speciali, compresa la manutenzione edile. A progettare il complesso sanitario Navile, in team con Pessina Costruzioni, tra gli altri, lo Studio Plicchi con l'architetto Marco Rizzoli e lo Studio Tasca.

La Pessina Costruzioni s'è aggiudicata l'appalto l'8 giugno 2015 e, al momento, la società di costruzioni è impegnata nella fase di realizzazione della fondazioni e delle strutture del Navile. Il termine previsto per le opere in cantiere è tra la metà e fine aprile 2016.
L'edificio di quattro piani raggiungerà un'altezza di circa 17 metri, arrivando a coprire una superficie di più di seimila metri quadrati. Al piano terra ci saranno prevalentemente servizi ad accesso diretto, mentre al primo piano troveranno spazio i servizi che prevedono trattamenti medici specifici. Al secondo piano saranno presenti gli ambulatori specialistici mentre al terzo piano i servizi materno-infantili e l'area di pediatria.

All'esterno, attraverso la zona porticata del fabbricato, sarà possibile accedere alla grande piazza rettangolare coperta, dove sarà ben visibile la zona accoglienza e la scala mobile che conduce al primo piano. Al piano interrato un parcheggio di più di 1.200 metri quadri, oltre ai locali tecnici, gli spogliatoi del personale e gli archivi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA