Innovazione e Prodotti

BioCasa_82 «modello» green per l'Europa

Mila Fiordalisi

È italiana la prima residenza privata d'Europa ad essersi aggiudicata l'attestato Leed Platinum (il più alto della certificazione) in qualità di "caso studio". I dettagli del progetto della BioCasa_82, questo il nome della residenza a firma di Rosario Picciotto e Giovanni Fabris degli studi Arplan e Welldom, saranno svelati ufficialmente il prossimo 24 maggio a Treviso in occasione dell'evento "Strategie per il Benessere nell'Edificio". Intanto alcune caratteristiche dell'abitazione sono già state rese note.

Come si evince dal nome, la casa made in Italy fa leva sulla bioedilizia e in particolare su un metodo costruttivo "inedito" – già ribattezzato metodo Welldom – che mixa le tecniche costruttive della bioedilizia e della bioclimatica con un'impiantistica votata al massimo risparmio energetico. Sul fronte dei materiali – tutti naturali e riciclabili e la maggior parte a km0 ossia provenienti dal territorio – in campo (fra gli altri) legno massiccio, pietra di trachite, zovonite delle cave di Zovon (Pd), intonaci a base di silicati naturali.

FOTOGALLERY

Per garantire il massimo comfort tutti gli ambienti sono stati progettati per essere privi di gas radon, Voc, campi elettrici, magnetici e elettromagnetici nocivi. Un risultato possibile anche grazie ad un impianto per il trattamento dell'aria che garantisce la ventilazione continua per la massima salubrità degli interni. La progettazione passiva garantisce illuminazione naturale e il mantenimento costante della temperatura in nome del "benessere" dei residenti ma anche dell'abbattimento dei consumi energetici, quelli per l'illuminazione e per la climatizzazione.

Le strategie progettuali abbinate con l'uso di materiali "green" hanno permesso alla biocasa di raggiungere un carbon footprint pari al 60%, una percentuale elevatissima se si considera che in media gli edifici in bioedilizia non arrivano al 40%. Ed è proprio questo uno dei parametri che ha consentito all'abitazione italiana di aggiudicarsi l'attestazione Leed nella massima classe.
Riguardo alla dotazione tecnologica la BioCasa_82 sarà dotata di un impianto fotovoltaico in grado di produrre 14 Kwh di energia elettrica e un sistema geotermico ad alta efficienza per la climatizzazione invernale ed estiva e la produzione di acqua calda sanitaria. I due sistemi combinati consentiranno di attestare i consumi annuali complessivi al di sotto dei 25 kw per mq. Grande attenzione anche al risparmio idrico: in campo un impianto che permette il recupero dell'acqua piovana.


© RIPRODUZIONE RISERVATA