Progettazione e Architettura

Lo studio Oma rievoca l'epoca d'oro degli edifici pubblici

M.Fr.

Gli architetti Reinier de Graaf e Laura Baird dello studio Oma hanno selezionato 14 progetti di luoghi pubblici in cinque paesi europei firmati da tecnici interni all'amministrazione

"Architecture by Civil Servants" ovvero il tema del Common ground interpretato dallo studio Oma di Rem Koolhaas. Alla XIII esposizione internazionale di architettura c'è anche la mostra curata da Reinier de Graaf (Partner OMA e direttore di AMO) e Laura Baird (Associate OMA) che ha scelto di riscoprire il tema dei luoghi pubblici. «Considerando il numero di architetti che vi si dedicarono, si potrebbe parlare di un vero e proprio common ground», segnala lo studio olandese ricordando che «quarant' anni fa la questione sociale era una tema di cruciale importanza».

Nell'epoca delle "archistar" - aggiungono i curatori della mostra - l'idea di sospendere la ricerca del successo personale per inseguire un ideologia condivisa sembra remota e insostenibile. All'interno della Biennale di Architettura di Venezia 2012, questa esposizione vuole essere un contributo alla ricerca di un rinnovato common ground».

Tra la fine anni ‘60 e inizio ‘70 - ricordano sempre gli architetti dello studio Oma - ebbero diffusione in tutta Europa grandi studi di progettazione di opere pubbliche, all'interno dei quali numerosi architetti lavoravano come impiegati per servire la causa sociale: l'eredità di questo periodo è evidente negli edifici pubblici dell'epoca che appaiono tuttora moderni e innovativi.
«Quel periodo - sottolinea Reinier de Graaf - è stata l'epoca d'oro dell'architettura pubblica: un breve e delicato periodo di ingenuo ottimismo, prima che l'economia di mercato diventasse il brutale comune denominatore».

La mostra (realizzata anche con il supporto di: Charles Rifkind, the Dutch Ministry of Foreign Affairs and the Netherlands Architecture Fund) presenta quattordici edifici di diverse città europee: «capolavori architettonici realizzati dal pubblico per il pubblico». Lavori di architetti impiegati all'interno del Greater London Council, dell' ufficio lavori pubblici di Amsterdam, del Dutch Rijksgebouwendienst , del Senatsbauverwaltung di Berlino Ovest e di uffici tecnici e urbanistici di Milano e Parigi.

L'esposizione comprende fotografie degli edifici allo stato attuale e materiale d'archivio.
Ecco tutti i progetti selezionati dagli architetti di Oma:

Gran Bretagna
1) Hayward Gallery & Queen Elizabeth Hall / Purcell Room, Londra
2) Pimlico School , Londra
3) County Hall Island Block Extension, Londra
4) Michael Faraday Memorial, Londra

Olanda
5) Wibauthuis, Amsterdam
6) Ministerie van Financiën, L'Aia

Germania
7) Akademie der Künste, Berlino
8) St. Agnes Kirche, Berlino
9) Brücke Museum, Berlino

Francia
10) Centre Administratif à Pantin
11) Hotel de Prefecture du Val-D'Oise
12) MOZINOR- Montreuil Zone Industrielle Nord
13) L'Ecole d'architecture de Nanterre

Italia
14) Chiesa di San Giovanni Bono, Milano


© RIPRODUZIONE RISERVATA