Bollettino Bandi

Anas, gara da 57 milioni per la Centrale Sicula; piano post-alluvione in Sardegna

Alessandro Arona

In Gazzetta Europea l'appalto integrato al massimo ribasso per un'opera dal costo complessivo di 72 milioni - A Nuoro illustrati i 17 interventi, per 50 milioni di euro, per il ripristino della viabilità

Procedura ristretta e massimo ribasso nella gara Anas publicata oggi sulla Gazzetta Europea per i lavori di completamento del lotto B2 dell'itinerario Nord-Sud in Sicilia, Santo Stefano di Camastra-Gela, coincidente con il tratto compreso tra il km 19,000 e il km 23,200 della strada statale 117 "Centrale Sicula" e ricadente nel territorio comunale di Mistretta, in provincia di Messina.

L'opera prevede un investimento complessivo pari a oltre 72 milioni di euro, e una base d'asta in gara di 57.494.285 euro, di cui 54.320.182 euro per i lavori e 3.174.102 per oneri relativi alla sicurezza non assoggettabili a ribasso.
I lavori sono a corpo per 26.956.352 euro e a misura per 27.363.829.

CLICCA QUI PER IL BANDO DI GARA
«Con questo tratto funzionale dell'itinerario Nord-Sud, Santo Stefano di Camastra-Gela - ha detto il Presidente dell'Anas Pietro Ciucci - continua il nostro impegno per la Sicilia Orientale. L'infrastruttura, una volta completata, migliorerà i collegamenti tra la costa settentrionale dell'isola, le autostrade Messina-Palermo e Palermo-Catania, l'entroterra siciliano e la costa meridionale».

Gli interventi in progetto prevedono il miglioramento delle condizioni di servizio e di sicurezza mediante l'adeguamento della sede stradale dai 6,5 metri attuali ai 9,5 metri previsti per le strade di categoria C2, con 2 corsie da 3,5 metri, una per senso di marcia, e banchine laterali pavimentate da 1,25 metri.
È previsto il miglioramento plano-altimetrico del tracciato, con l'eliminazione delle curve a raggio ridotto, e la riduzione e razionalizzazione degli accessi alle proprietà e ai fondi, che saranno serviti dalla sede stradale attuale declassata ad assolvere funzioni di traffico locale.

Il nuovo tracciato si estenderà per poco più di 3 km, con la realizzazione di 4 viadotti e di due gallerie artificiali. Il progetto prevede inoltre la realizzazione di due svincoli ubicati all'inizio (svincolo di Mistretta) ed al termine del lotto (svincolo Parco dei Nebrodi), al fine di garantire le necessarie connessioni tra la nuova arteria e l'esistente statale 117.
La durata dei lavori è fissata in 1000 giorni, comprensivi di 200 giorni per andamento stagionale sfavorevole.
Le domande di partecipazione vanno inviate entro le ore 12 del 1°aprile 2014 a: Anas SpA – Direzione Generale – Protocollo Generale - Via Monzambano, 10 – 00185 Roma, con specifica indicazione "Unità Gare e Contratti – Servizio Gare". Il responsabile del procedimento è l'ing. Antonio Marsella.


PIANO POST-ALLUVIONE IN SARDEGNA
Il presidente dell`Anas Pietro Ciucci, in qualità di commissario delegato per gli interventi di ripristino sulle strade in gestione all`Anas e alle Provincie in Sardegna (ai sensi dell`art. 1 co. 123 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147), ha illustrato il 21 febbraio a Nuoro il piano degli oltre 50 interventi di ripristino della rete viaria, necessari a rendere transitabili le arterie in piena sicurezza.
Sulla rete stradale di competenza dell`Anas, saranno eseguiti 17 interventi di ripristino e messa in sicurezza, per un costo di circa 10 milioni di euro. Sulla viabilità provinciale gli interventi da eseguire sono 37 per un costo di circa 40 milioni di euro. Due interventi del piano sono stati già avviati. In particolare la realizzazione di un bypass provvisorio per ridare continuità alla SP45 in provincia di Nuoro, dove i lavori sono stati consegnati nella giornata di ieri, e la realizzazione di uno svincolo provvisorio tra la SP24 e la SS131DCN in comune di Olbia, per ricollegare ad Olbia l`abitato di Loiri e gli altri abitati interni. Per quest`ultimo intervento la gara è già stata avviata e si prevede di poter consegnare i lavori i primi giorni di marzo. Per tutti gli interventi del piano la progettazione sarà completata entro il prossimo mese di maggio, i lavori saranno progressivamente avviati entro luglio e potranno concludersi entro la fine dell`anno in corso o le prime settimane del 2015.

Sarà data priorità agli interventi necessari a ripristinare viabilità interrotta, e, ove possibile, si valuterà la possibilità di realizzare interventi provvisori finalizzati a garantire la transitabilità in sicurezza, nelle more della realizzazione degli interventi definitivi. Tra gli interventi previsti dal piano anche il ripristino sulla statale 125 `Orientale Sarda`, chiusa al traffico in prossimità dell`abitato di Posada a causa di notevoli danni al rilevato stradale. I lavori potrebbero concludersi prima dell`inizio della prossima estate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA