Bollettino Bandi

Concessioni e lavori, raffica di gare Anas. Bollettino bandi n. 17 . Passera: entro il 2013 cantieri per 8,9 miliardi.

Alessandro Arona, Alessandro Lerbini e Giorgio Santilli

Riparte dopo 9 mesi di stop la maxi asta per affidare l'Autobrennero e si avvia l'analoga procedura per la A3 Napoli-Salerno. Per la variante di Morbegno (Valtellina) lavori per 226 milioni di euro

Riparte dopo 9 mesi di stop la maxi gara Anas (importo tre miliardi di euro) per affidare la concessione sull'autostrada Modena-Brennero dopo la scadenza di quella attuale, il 30 aprile 2014, ad Autostrada del Brennero Spa, società controllata dagli enti locali (con ruolo maggioritario - 45% - della Regione Trentino Alto Adige e le Province autonome di Trento e Bolzano).

La gara ha per oggetto «l'affidamento in concessione delle attività di costruzione relative alla realizzazione degli investimenti di adeguamento e di manutenzione straordinaria dell'Autostrada A22 Brennero-Modena di km 314, di completamento della realizzazione degli interventi previsti nella convenzione sottoscritta in data 29 luglio 1999 tra ANAS Spa e la Società Autostrada del Brennero Spa, successivamente integrata con la convenzione aggiuntiva del 2004, della gestione e manutenzione dell'Autostrada A22 Brennero-Modena» nonché l'accantonamento di una quota annua di almeno 34,344 milioni di euro ai fini del potenziamento della ferrovia del Brennero.
La gara era stata pubblicata dall'Anas il 9 settembre 2011, ma poi sospesa a ottobre in seguito al ricorso di Autobrennero Spa, accolto dal Tar del Lazio. Gli attuali concessionari ritenevano cioè di avere le carte in regola per ottenere una proroga della concessione.
Il Consiglio di Stato, diede però ragione all'Anas il 30 novembre 2011, consentendo potenzialmente alla società nazionale delle strade di riavviare la procedura. Tutto però, complice il cambio di Governo, è rimasto fermo finora. Ma a metà agosto la gara è ripartita, con scadenza per presentare le domande di partecipazione fissata al 2 ottobre prossimo.
Il vincitore dovrà versare subito 140 milioni di euro allo Stato, e 400 milioni di euro al vecchio concessionario come "subentro" per gli investimenti non ancora ammortizzati (questa cifra era di 897 milioni nel bando originario).
Il valore di tre miliardi di euro si riferisce al valore cumulato degli investimenti previsti nell'intero arco della concessione (massimo 50 anni).

La seconda importante gara di concessione lanciata dall'Anas a metà agosto è per subentrare ad Autostrade per l'Italia, già dal 1° gennaio 2013, nella concessione della A3 Napoli-Pompei-Salerno. Scadenza per le domande: 9 ottobre.
L'importo complessivo degli investimenti è previsto in 799 milioni di euro, di cui 410 per valore massimo di indennizzo da riconoscere al concessionario uscente, 101 milioni per la prosecuzione degli investimenti in corso alla data del 31 dicembre 2012 e 288 mln per nuovi interventi di manutenzione straordinaria.

Sul fronte dei lavori, invece, l'Anas ha messo in gara un lotto da 226,2 milioni del progetto «Accessibilità Valtellina»: la progettazione ed esecuzione del «Lotto primo – SS 38 – Variante di Morbegno, dallo svincolo di Fuentes allo svincolo del Tartano. Secondo Stralcio (dallo svincolo di Cosio allo Svincolo di Tartano)». Si tratta di un'opera il cui progetto definitivo è stato approvato dal Cipe il 23 marzo marzo scorso. Scadenza per le domande di partecipazione: 10 ottobre.

Quarto maxi bando Anas, infine, per i lavori sulla SS 96 Barese di adeguamento alla sezione III delle norme C.N.R. 80 - Tronco: Variante di Altamura - 1° Lotto S.S. 96 dal km 5+000 (inizio variante di Altamura) al km 81+300 (innesto con la S.S. 99). Importo 33,9 milioni di euro, scadenza 18 settembre prossimo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA