Bollettino Bandi

Appalti truccati, 13 indagati

I dipendenti Rfi avevano gonfiato del 15-20% i costi di appalti da un milione per lavori sulla rete ferroviaria in provincia di Roma

Truccavano appalti per lavori di manutenzione di ponti e di attrezzature ferroviarie: per questo nove ex dipendenti di Rete ferroviaria italiana (Rfi), società del gruppo Ferrovie dello Stato
italiane (Fsi), sono indagati dalla procura di Civitavecchia e hanno ricevuto l'avviso di conclusione indagini. L'azienda li aveva già licenziati al termine di un'inchiesta interna. Indagati anche quattro titolari e rappresentanti di due aziende incaricate dei lavori. I reati contestati sono concorso in peculato, truffa aggravata e falso ideologico.
L'inchiesta Iron Bridges (Ponti di ferro) è scaturita tre anni fa da un'altra sul riutilizzo di migliaia di tonnellate di binari dismessi. Nel corso dell'indagine della polizia ferroviaria del Compartimento Lazio - sottosezione Civitavecchia - è stato accertato che gli allora dipendenti Rfi avevano gonfiato del 15-20% i costi di appalti da un milione di euro per lavori sulla rete ferroviaria in provincia di Roma. Avvalendosi anche di intercettazioni telefoniche ed ambientali l'indagine ha
portato a scoprire i presunti illeciti relativi alla manutenzione straordinaria su due ponti ferroviari sulla Roma-Grosseto e per il rifacimento della stazione di Anguillara.


© RIPRODUZIONE RISERVATA