Ambiente e Trasporti

Ntv firma un contratto da 450 milioni con Alstom per quattro nuovi Pendolino (con manutenzione)

Marco Morino

L’accordo siglato a Roma: la flotta di Italo salirà così a 37 treni

i rafforza l’asse tra Ntv, la compagnia ferroviaria privata che fa concorrenza alle Ferrovie dello Stato sulle tratte ad alta velocità e il costruttore di treni Alstom, che vanta una forte presenza industriale in Italia. Il perno di questa alleanza è rappresentato dal Pendolino, il treno simbolo dell’alta velocità ferroviaria made in Italy.

Andrea Faragalli Zenobi, presidente di Ntv e Michele Viale, dallo scorso 1° luglio nuovo amministratore delegato di Alstom Ferroviaria, hanno firmato ieri a Roma il contratto per l’acquisto di quattro ulteriori treni Pendolino e relativa manutenzione. L’accordo prevede anche l’estensione da 20 a 30 anni per la manutenzione della flotta dei dodici Pendolino destinati a Ntv. L’opzione di acquisto dei quattro nuovi treni era prevista nel contratto già firmato a ottobre 2015 tra le due società per la fornitura di una prima flotta di otto Pendolino attualmente in costruzione a Savigliano (Cuneo) la cui consegna, per i primi esemplari, è attesa tra dicembre 2017 e marzo 2018.

Il valore del nuovo contratto è di circa 450 milioni: 230 milioni per i quattro nuovi Pendolino e relativa manutenzione; 220 milioni per l’estensione della manutenzione per 10 anni per la flotta dei Pendolino. Con i nuovi Pendolino, che si aggiungeranno ai 25 treni Italo (i famosi Agv) già in servizio, la flotta di Ntv salirà nei prossimi anni a quota 37 treni. Da segnalare che anche Italo è stato costruito da Alstom dello stabilimento piemontese in sinergia con gli atri stabilimenti italiani del gruppo.

Ntv ha superato il traguardo dei nove milioni di passeggeri lo scorso anno e ha l’obiettivo di raggiungere i 10 milioni nel 2016. «Vogliamo rendere sempre più capillare la presenza dei servizi di alta velocità sul territorio nazionale – dice il presidente di Ntv, Andrea Faragalli – e grazie a questi ulteriori quattro treni verranno servite nuove destinazioni e potenziate quelle già esistenti come la Milano-Napoli».

Lo stabilimento Alstom di Savigliano, in provincia di Cuneo, sta già lavorando alla progettazione e produzione del nuova treno in collaborazione con il sito di Sesto San Giovanni (Milano) per i sistemi di trazione e il sito di Bologna per i sistemi di segnalamento. La manutenzione del nuovo treno sarà effettuata nello stabilimento di Nola (Napoli), già responsabile della manutenzione dell’Agv Italo. «Grazie alla flotta dei 12 nuovi Pendolino – rimarca Viale, ad di Alstom – Ntv entra a far parte del club delle compagnie ferroviarie che hanno scelto questo treno. Il Pendolino è uno dei prodotti di punta di Alstom, un prodotto made in Italy realizzato nel nostro centro di competenza ad alta velocità di Savigliano. La realizzazione di questa nuova commessa ci darà l’opportunità di adeguare il Pendolino ai più recente standard di sicurezza aprendo nuove opportunità di vendita del treno sui mercati esteri».

Il Pendolino per Ntv fa parte della famiglia Avelia, la gamma di treni ad alta e altissima velocità di Alstom. I quattro nuovi treni hanno le stesse caratteristiche e specifiche tecniche degli altri otto già in produzione: potranno viaggiare alla velocità di 250 km/h, saranno lunghi 187 metri, composti di sette carrozze e capaci di ospitare 480 passeggeri.

«Il Pendolino di Alstom – aggiunge Faragalli – grazie alle sue ottime performance su tratti misti di alta velocità e linea storica si adegua perfettamente alle nostre esigenze». Il Pendolino, progettato in Italia negli anni 70 a Savigliano da Fiat Ferroviaria, è uno dei treni ad alta velocità più collaudati al mondo ed è in servizio in 14 Paesi, tra cui Italia, Austria, Germania, Cina, Repubblica Ceca, Regno Unito e Polonia. Il Pendolino è stato il primo treno ad alta velocità a integrare la tecnologia ad assetto variabile, in grado cioè di inclinarsi fino a 8 gradi in curva, raggiungendo velocità più elevate rispetto agli altri convogli, il tutto in piena sicurezza e all’insegna di un comfort ottimale per i passeggeri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA