Ambiente e Trasporti

Traffico aereo, nel 2015 157 milioni di passeggeri nei 45 scali italiani (+4,5%)

Giuseppe Latour

Lo dicono i numeri diffusi dall'Enac. Fiumicino vale più di un quarto del traffico nazionale e sfonda il tetto dei 40 milioni di passeggeri

Passeggeri e merci in aumento. L'Enac rende disponibili i dati di traffico del 2015, che scattano la fotografia della situazione dei 45 aeroporti italiani: sono poco meno di 157 milioni i passeggeri transitati negli scali nazionali, con un aumento del 4,5% rispetto al 2014. L'aeroporto di Roma Fiumicino ha superato i 40 milioni di passeggeri e ospita oltre il 25% del totale del traffico. Mentre Malpensa è il riferimento nazionale per il traffico merci: da solo ha movimentato più di metà del traffico cargo italiano. Sul fronte delle compagnie, al primo posto c'è l'irlandese Ryanair, seguita da Alitalia e da Easyjet.

Fiumicino è di gran lunga il primo scalo italiano, con oltre 40 milioni di passeggeri e una crescita del 5,1 per cento. La sua incidenza sul totale del traffico italiano è del 25,6 per cento. Al secondo posto c'è Malpensa, con 18,4 milioni di passeggeri, in leggero calo (-1,2%) rispetto allo scorso anno e un'incidenza dell'11,8 per cento. Colpisce al terzo posto la performance di Bergamo Orio al Serio, che ha sfondato il muro dei 10 milioni di passeggeri, crescendo del 18,5% e arrivando a occupare una quota di mercato del 6,6 per cento. Si tratta della performance migliore tra i grandi scali.

Subito dietro c'è Linate con 9,6 milioni di passeggeri e una crescita del 7,3 per cento. Chiudono le prime dieci posizioni Venezia (8,6 milioni di passeggeri, crescita del 3,3%), Catania (7 milioni di passeggeri e un calo del 2,6%), Bologna (6,8 milioni di passeggeri e una crescita del 5%), Napoli (6,1 milioni e 3,4% di crescita), Ciampino (5,8 milioni e crescita del 16,1%) e Palermo (4,8 milioni e crescita del 7,7%). Complessivamente, nelle prime dieci posizioni solo Malpensa e Catania fanno registrare andamenti negativi.

Segnali di ripresa arrivano anche dal traffico cargo, che fa registrare il passaggio di 941mila tonnellate di merci in tutto il paese, con una crescita del 4,3 per cento. In questo caso, però, le posizioni di testa della classifica si invertono. Milano Malpensa è per distacco il primo aeroporto italiano, con circa 511mila tonnellate transitate: la crescita rispetto all'anno precedente è di poco inferiore ai nove punti. Fiumicino, con 145mila tonnellate e una crescita dell'1,3%, è al secondo posto. Al terzo, poco dietro, troviamo Bergamo, con 120mila tonnellate e una contrazione di circa un punto.

Dietro questo terzetto i numeri scendono di parecchio: questi tre scali rappresentano tre quarti del traffico merci italiano. Venezia è a 42mila tonnellate, un aumento del 17 per cento. Bologna a 30mila tonnellate, Ciampino e Linate a 15mila, Brescia a 12mila, Napoli a 8mila, Pisa a 7mila. Per il traffico commerciale non di linea, ovvero charter e aerotaxi, l'aeroporto con maggior numero di passeggeri è Verona seguito da Milano Malpensa e Catania.
Tra le tabelle di Enac c'è anche quella con la ripartizione mensile del traffico, da cui si conferma anche per il 2015, come di regola avviene ogni anno, che il mese che registra il maggior numero di passeggeri è agosto, mentre febbraio è il mese con il minor traffico.

Tra le tratte nazionali con più passeggeri, in testa troviamo la Catania-Fiumicino (998mila passeggeri), seguita da Fiumicino-Palermo (741mila passeggeri), e Fiumicino-Linate (686mila). Tra i collegamenti con paesi Ue il primo è Fiumicino-Barcellona (1,18 milioni di passeggeri), seguito da vicino da fiumicino Parigi (1,14 milioni) e Fiumicino-Amsterdam (1,13 milioni). Fuori dall'Ue in testa c'è il volo Malpensa-New York (671mila passeggeri), seguito da Fiumicino-Dubai (652mila).

Infine, c'è la graduatoria dei primi 50 vettori operanti in Italia in base al numero totale dei passeggeri (nazionali e internazionali). Una classifica che vede al primo posto la compagnia irlandese Ryanair (29,7 milioni di passeggeri), con Alitalia Cai al secondo posto (22,9 milioni), seguito da Easyjet (14,3 milioni). Questi tre vettori sono di gran lunga i primi del paese. Dietro di loro, la spagnola Vueling e la tedesca Lufthansa seguono a lunghissima distanza, intorno ai cinque milioni di passeggeri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA