Ambiente e Trasporti

Italferr consulente delle Ferrovie iraniane per la realizzazione dell'Alta velocità tra Teheran e Qom-Isfahan

Q.E.T.

L'infrastruttura ferroviaria dell'Iran si estende per circa 10mila chilometri e prevede un ampliamento del network fino a 25mila chilometri nel 2025, di cui 7.500 chilometri di linee già in costruzione

Italferr, la società d'ingegneria del Gruppo Fs Italiane, assisterà le Ferrovie Iraniane (Rai) nella definizione contrattuale dell'appalto per il progetto e la costruzione della linea ad Alta velocità di 410 chilometri, che collegherà Teheran a Qom ed Isfahan.

Il contratto, della durata di 4 mesi per un importo di circa 700mila euro, prevede una consulenza tecnica ed economica e la partecipazione con il cliente alla negoziazione dei prezzi e delle condizioni contrattuali con il contractor cinese Crec che realizzerà l'opera.
Nello scorso dicembre, l'Ad di Fs Italiane, Renato Mazzoncini , aveva incontrato il vice ministro dei Trasporti dell'Iran, Aghaei, presidente di Rai (Ferrovie Iraniane) mentre a gennaio il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio e il suo omologo iraniano Abbas Akhoundi avevano siglato un «memorandum of understanding» per la collaborazione del nostro Paese allo sviluppo della rete ferroviaria iraniana.

L'infrastruttura ferroviaria dell'Iran si estende per circa 10mila chilometri e prevede un ampliamento del network fino a 25mila chilometri nel 2025, di cui 7.500 chilometri di linee già in costruzione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA