Ambiente e Trasporti

Moovit, con la partecipazione diretta dei cittadini mappate 12 città italiane

G. La.

L'app per smartphone leader nel Tpl: nel corso del 2015 il suo programma "Community" ha contribuito per il 70% all'inserimento di nuove città nei database dell'applicazione

La mappatura del trasporto pubblico locale passa dagli utenti. Lo dimostra l'esperienza di Moovit, l'app per smartphone leader nel Tpl: nel corso del 2015 il suo programma "Community", che prevede la partecipazione diretta dei cittadini alla raccolta delle informazioni, ha contribuito per il 70% all'inserimento di nuove città nei database dell'applicazione. In totale, dal suo lancio a febbraio del 2014, due anni fai, ha consentito di mappare oltre cento centri in tutto il mondo che, altrimenti, sarebbero rimasti fuori dalla app, non essendo disponibili i dati sul trasporto né in Open Data né in altro formato. In Italia, con questo sistema, sono state mappate dodici città.

Moovit mette a disposizione di chi scarica l'applicazione informazioni sul trasporto pubblico. Nella pratica, combina i dati provenienti dalle aziende di trasporto, che gratuitamente aderiscono al sistema, con quelli forniti in tempo reale dalla community di utilizzatori, garantendo a chi viaggia un'istantanea più precisa e puntuale sul suo spostamento, con i percorsi più veloci in base alla destinazione desiderata. Grazie alla funzione "modalità viaggio", una volta saliti sul mezzo pubblico gli utenti che si collegano alla app possono fornire in forma anonima al resto della community dati sulla puntualità del mezzo utilizzato, sui livelli di congestione, la pulizia della vettura, la presenza di aria condizionata e altro ancora.

È proprio la comunità di utilizzatori, però, che sta dando negli ultimi mesi i risultati più sorprendenti. Al momento conta oltre 30mila editor, in costante crescita, che dedicano il loro tempo a inserire e aggiornare le informazioni sul trasporto. Nel corso del 2015, con questa modalità è stato inserito nei database il 70% delle nuove città lanciate dalla app. In Italia, dall'inizio del programma Community, sono state lanciate per intero grazie al lavoro degli editor: Agrigento, Catania, Cosenza, Matera, Potenza, Reggio Emilia, Sassari, Siracusa, Taranto, Trieste, Gorizia e Udine. Il lavoro della Community italiana, una delle più attive al mondo, ha anche consentito di espandere e migliorare il servizio nelle aree metropolitane di Bologna, Genova, Palermo, Milano, Venezia. Al momento nel nostro paese la app è disponibile in 40 città, con un totale di 2,5 milioni di utenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA