Ambiente e Trasporti

Enac e Aeroporto di Bologna firmano il contratto di programma: investimenti per 112,4 milioni

G. La.

Il documento rappresenta lo strumento di regolazione tariffaria per l'utilizzo delle infrastrutture aeroportuali

Firmato il contratto di programma tra Enac e Adb, la società di gestione dell'aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna. Il contratto, a suo tempo deliberato dal consiglio di amministrazione di Enac, è stato sottoscritto venerdì dal direttore generale Alessio Quaranta e dall'amministratore delegato e direttore generale dell'aeroporto di Bologna, Nazareno Ventola. Si è in tal modo dato seguito a quanto previsto dall'articolo 1, comma 11 dello Sblocca Italia (Dl n. 133/2014), che prevede la sottoscrizione dei contratti di programma degli scali di interesse nazionale per mettere in moto gli investimenti.

Il contratto in questione prevede investimenti complessivi nell'arco del quadriennio 2016 – 2019 pari a circa 112,4 milioni di euro. Tra gli interventi previsti sul lato dei servizi a terra, i principali riguarderanno i lavori sul terminal esistente, il nuovo molo partenze e i pontili di imbarco, mentre dal lato dei servizi per gli operatori, gli interventi più significativi interesseranno l'edificio cargo, l'ampliamento del piazzale aeromobili e la riqualifica del piazzale aeroclub, la piazzola aeromobili e quella de-icing e, infine, la nuova base elicotteristi dei vigili del fuoco e della Polizia.

Il documento appena sottoscritto, che disciplina i vari aspetti del rapporto tra lo Stato e la società che gestisce lo scalo, rappresenta, dunque, lo strumento di regolazione tariffaria per l'utilizzo delle infrastrutture aeroportuali e permette il riscontro da parte dell'Enac dell'attuazione del piano di investimenti, del piano della qualità e della tutela ambientale che la società di gestione si impegna a realizzare durante il periodo contrattuale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA