Ambiente e Trasporti

Roma, il nuovo direttore dell'Atac Rettighieri fa pulizia: tolte le deleghe ai dirigenti più criticati

G. La.

Avviato anche un monitoraggio sullo stato di manutenzione di tutte le strutture che fanno parte del patrimonio della società per verificare possibili pericoli per la sicurezza di cittadini e dipendenti

Via una maxi operazione di pulizia tra i dirigenti di Atac. Il nuovo direttore generale dell'azienda di trasporto romana Marco Rettighieri, insediatosi solo da un paio di giorni, si è immediatamente messo al lavoro e ha tolto le deleghe ad alcuni dei dirigenti più criticati tra quelli attualmente in carica: si tratta del capo del Personale Giuseppe De Paoli, del direttore della divisione Servizi per la mobilità Emilio Cera e di Franco Middei, responsabile della direzione Affari legali. In contemporanea, Rettighieri ha avviato un monitoraggio sullo stato di manutenzione di tutte le strutture che fanno parte del patrimonio di Atac, per verificare possibili pericoli per la sicurezza di cittadini e dipendenti.

E non è tutto: secondo alcuni questa azione sarebbe solo la prima di una grande operazione di pulizia in arrivo tra le posizioni apicali dell'azienda. Anche altre persone sarebbero nel mirino. Contro alcuni di questi dirigenti, soprattutto De Paoli e Cera, l'ex assessore ai Trasporti Stefano Esposito si era scagliato a più riprese nei mesi scorsi, denunciando la loro opposizione a qualsiasi processo di rinnovamento in Atac. Per quanto riguarda il capo del personale, i dubbi erano legati soprattutto alla sua assunzione con un contratto da 200mila euro, avvenuta attraverso una selezione di cacciatori di teste senza bando, sulla quale la Procura regionale della Corte dei conti ha avviato un'inchiesta.

Cera, invece, si occupava nello specifico di pianificazione e gestione della sosta tariffata, di sanzioni, di evasione, di verifiche. Tutte attività sulle quali, evidentemente, il nuovo direttore generale ha ritenuto necessaria una forte operazione di discontinuità. Middei, invece, si segnala per un passato in Trambus, la società di gestione del trasporto pubblico romano accorpata ad Atac. L'obiettivo evidente è puntare con decisione verso il pieno risanamento dell'azienda. Rettighieri sta lavorando su mandato dell'amministratore unico, Armando Brandolese, nominato dal commissario straordinario della capitale, Francesco Paolo Tronca.

In contemporanea, poi, sarebbe appena partita anche un'operazione di ricognizione di tutti gli impianti e le strutture di competenza dell'Atac, per verificare lo stato di manutenzione e il rispetto dei livelli di sicurezza: officine, depositi, uffici. Una mossa che fa seguito proprio all'allarme lanciato da Stefano Esposito sul drammatico stato di manutenzione della rete romana.


© RIPRODUZIONE RISERVATA