Ambiente e Trasporti

Norvegia, Condotte d'Acqua si aggiudica a Oslo lavori ferroviari per 248 milioni

Al. Le.

Il contratto include l'esecuzione di tutto quanto necessario per l'ingegneria, il procurement e la costruzione del sottoprogetto della stazione centrale della capitale

Nuova vittoria per Condotte d'Acqua in Norvegia. La società è risultata prima classificata nell'appalto denominato "Epc Civil Oslo S." nell'ambito del progetto ferroviario Follo Line bandito dalle ferrovie norvegesi (Jernbaneverket-JBV), il principale progetto infrastrutturale attualmente in fase di sviluppo nel paese. Il contratto è della tipologia Epc per cui Condotte sarà incaricata sia delle attività di ingegneria (progettazione di dettaglio) che di quelle attinenti la costruzione.

È questo il secondo contratto che Condotte si aggiudica nell'ambito del medesimo progetto in Norvegia in pochi mesi. L'importo dell'appalto è pari a circa 248 milioni di euro. La pubblicazione della graduatoria è è stata ufficializzata il 4 dicembre sancendo l'offerta di Condotte quale la migliore sia dal punto di vista tecnico che da quello economico. La firma del contratto è prevista entro la fine dell'anno. I lavori principali avranno inizio nei primi mesi del prossimo anno.

Il contratto Epc Civil Oslo S. include l'esecuzione di tutto quanto necessario per l'ingegneria, il procurement e la costruzione del sottoprogetto della stazione centrale di Oslo. La parte preponderante del lavoro consiste nella costruzione di una galleria artificiale (scatolare) in calcestruzzo capace di ospitare fino a 7 binari inclusi la nuova Follo Line e l'esistente Østfold Line, tra la stazione centrale di Oslo e la collina di Ekeberg. La galleria artificiale sarà connessa da un lato a due gallerie artificiali esistenti nella stazione centrale di Oslo e dall'altro al lungo tunnel della Follo Line, al momento la più lunga galleria ferroviaria nei Paesi Nordici.
In considerazione della particolare configurazione geologica dell'aera, i manufatti in calcestruzzo, confinati tra palancole, saranno fondati su micropali. Al di sotto della fondazione sono anche previsti interventi di consolidamento in L.C.C (Lime Cement Columns) e jet-grouting.

L'opera si innesta ad una estremità nel cuore della stazione centrale di Oslo e si collega all'altra estremità al lotto definito Drill and Blast (galleria scavata con l'ausilio di esplosivo) già in esecuzione da parte della stessa Condotte.


© RIPRODUZIONE RISERVATA