Ambiente e Trasporti

Autotrasporto, i chiarimenti del Ministero sulle modalità per richiedere le agevolazioni sugli investimenti

Giuseppe Latour

Previsti molti cambiamenti per gli operatori, soprattutto alla luce del fatto che le istanze di prenotazione non potranno più essere presentate, come invece era accaduto nel 2013 e nel 2014

Tempi degli investimenti, modalità e meccanismi per richiedere le agevolazioni. Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha appena pubblicato i suoi chiarimenti sulla presentazione delle domande per essere ammessi agli incentivi agli investimenti per l'autotrasporto nel corso del 2015. Si tratta di un periodo nel quale ci saranno molti cambiamenti per gli operatori, soprattutto alla luce del fatto che le istanze di prenotazione non potranno più essere presentate, come invece era accaduto nel 2013 e nel 2014. Allo stesso modo, non saranno più possibili le integrazioni documentali: il materiale necessario a completare l'istanza dovrà essere presentato tutto subito. C'è tempo fino alla fine di marzo per attivarsi.

Alcuni cambiamenti, rispetto agli anni scorsi, hanno reso necessario l'intervento del dicastero. I tecnici del ministro Graziano Delrio, allora, hanno stabilito che gli investimenti saranno finanziabili solo se sono stati avviati nel periodo compreso tra il 4 novembre del 2015 e il 31 marzo del 2016. Quindi, ci sono circa quattro mesi ancora per mettersi in movimento. Solo i beni nuovi di fabbrica, però, potranno essere parte del finanziamento. Le domande di agevolazione potranno essere presentate al ministero delle infrastrutture nel periodo di attivazione degli investimenti. Quindi, nel lasso di tempo compreso tra il 5 novembre del 2015 e il 31 marzo del 2016.

Rispetto al passato, un altro elemento importante riguarda la composizione delle domande. Non è più possibile, infatti, presentare domande incomplete, rinviando ad un momento successivo la produzione di alcuni elementi, come le fatture o le prove dell'avvenuta immatricolazione dei veicoli. Infine, un dettaglio pratico: le richieste andranno recapitate con raccomandata o tramite consegna a mano alla Direzione generale per il trasporto stradale del Mit.


© RIPRODUZIONE RISERVATA